NARRATTIVA: Giochi per creare e vivere la TUA storia!

Monthly Archives giugno 2017

Giu 19, 2017

Room Escape in Ancona

Cryptolocked_SLIDER

Cryptolocked, una delle più diaboliche Escape Room di Malus, Inc. sarà ad Ancona dal 29 giugno al 1 luglio in occasione dell’evento “Happy Circus”. Potete prenotarvi sul sito www.room-escape.it o chiedere informazioni al numero 346.5731461

I ragazzi di room-escape.it metteranno a dura prova la vostra abilità. Attirati con l’inganno, vi trovate in un ambiente pieno di oggetti strani. Uscire non sembra una buona idea. Il contdown vi incalza… ce la farete a salvarvi?

Cos’è un room escape game?

E’ un gioco di squadra cooperativo, si vince o si perde tutti insieme giocando contro una stanza. Una stanza misteriosa, piena di enigmi e con una storia da scoprire. Avrete al massimo 60 minuti per risolvere il mistero e… salvarvi la pelle!

Non ci sono prove di forza fisica o atleticità, non sono richieste conoscenze scientifiche. Le uniche vostre armi saranno l’intuito, la logica e la vostra capacità di indagare! Siete pronti per la sfida?

Vi aspettiamo ad Ancona

 

 

Sticky
0
Share
Giu 19, 2017

Tornare da Yggdrasil…

News_02Yggdrasil_2017_post

Stanchi ma felici siamo finalmente tornati da Yggdrasil.

È stata la prima volta per tante cose.

La prima volta in cui Narrattiva ha approntato uno stand da esterno. Che ha proposto alcune sfide davvero strane per chi è abituato a lavorare indoor. Cose come imparare a piantare un picchetto (grazie Stefano), evitare un’insolazione (quest failed) e – dulcis in fundo – proteggere lo stand dalla brezza, che gonfiava le tende come vele.

È stata la prima volta per Narrattiva nel contesto di una festa celtica / fantasy / pagana. E devo dire che nonostante il mio scetticismo, anche sul fronte delle vendite ci sono state alcune pregevoli performance, primo fra tutti Montsegur 1244. E anche Cuori di Mostro sarebbe andato bene, se fosse arrivato per tempo.

È stata anche la prima volta per tante persone con i giochi di Narrattiva e con i giochi di ruolo “moderni” in generale. L’entusiasmo palpabile nella voce delle persone è la migliore risposta che possa venirmi in mente quando alle tre del mattino stai correndo per chiudere un volume e ti viene da chiederti “chi me lo ha fatto fare”… 😉

Anche i panel sono stai estremamente interessanti. Un debito di gratitudine al coordinamento LGBTE Treviso che ha organizzato l’area games e l’area panel della festa. Senza di loro l’evento non sarebbe stato possibile. Ringrazio Silvia per avermi dato la possibilità di conoscete gli altri ospiti e tante altre persone così interessanti.

E approfitto per fare i ringraziamenti di rito anche a Stefano e Mauro che hanno reso il lavoro un vero piacere. E che hanno spesso provveduto a mantenermi debitamente dissetato… 😉

Alla prossima

Michele

sign

Sticky
1
Share
Giu 11, 2017

Save the date: Treviso, 17 e 18 giugno

News_02Yggdrasil__2017

Il 17 e 18 giugno, in occasione della Giornata Mondiale del Gioco di Ruolo Libero,  Narrattiva parteciperà al “Non è solo un gioco- gioco di ruolo ed identità”, organizzato dal Coordinamento LGBTE di Treviso all’interno l’Yggdrasil Fantasy and Medieval Festival a Villa De Reali a Dosson di Casier (TV). 

Ci sentiamo di segnalare l’evento come particolarmente notevole, perché – oltre ad essere una lieta occasione per incontraci e giocare – vuole andare a parlare del parlare del valore terapeutico, didattico e sociale del Gioco di Ruolo. Con un ragguardevole numero di ospiti.

Sabato

  • Ore 15:00 – si parlerà di Gioco di Ruolo narrativo ed esplorazione dell’identità sessuale con Eleonora Pecchioli, fondatrice del forum di GDR Secret Whispers
  • Ore 17:00 – Michele Gelli presenterà Narrattiva, parlerà dei giochi che produce e farà alcune considerazioni a ruota libera su come  sesso e genere sono stati trattai nei Giochi di Ruolo. Stefano Burchi presenterà per la prima volta in pubblico il suo Stonewall 1969. Il gioco (di cui ho l’onore di essere beta tester) è stato sviluppato a partire da Montsegur 1244 e poi ha preso una direzione sua. Tratta dei moti di Stonewall, e di come quei drammatici eventi  abbiamo segnato le vite di chi li ha vissuti e influenzato la lotta per i diritti, la libertà e l’uguaglianza che ne è seguita.

Domenica

il tema centrale sarà il valore terapeutico e didattico del Gioco di Ruolo,

  • Ore 11:00 – Dr.ssa Alberta Xodo, psicologa e psicoterapeuta (“Aspetti formativi e terapeutici del Gioco di Ruolo”)
  • Ore  16:00 – Dr. Matteo Cesco-Frare, insegnante della Scuola Primaria (“Videogiochi di Ruolo come strumento di crescita individuale e sociale”).

Il festival di cui è ospite la manifestazione si annuncia di suo interessante e ricco di eventi. Per tutto il tempo saremo presenti con il nostro abituale stand (seppure con una selezione dei titoli ed un “decor” adatti all’occasione) e ci starà la possibilità di avere demo.

Passate a trovarci

Michele

sign

Sticky
0
Share
Giu 10, 2017

Gioco dell’Anno 2017: gli iscritti

News_Gioco_dellanno_2017

È stato pubblicato l’elenco degli iscritti al Gioco di Ruolo dell’Anno 2017. Il premio,  erede del Best of Show (assegnato nel 2011 a Il Mondo dell’Apocalisse), viene assegnato ogni anno da Lucca Comics & Games.

In questa edizione Narrattiva ha in concorso ben quattro giochi: La Creatura, Undying, Avventure in Prima Searata, II edizione, Persi nella Pioggia. Tutti  hanno le carte in regola per vincere, ma anche la concorrenza è agguerritissima: si va da mostri sacri come D&D, V edizione a  giochi tutti Italiani come il meraviglioso Omen.

Auguri a tutti i concorrenti, e stay tuned per ulteriori news

Michele

sign

Sticky
0
Share
Giu 09, 2017

Giochi D’amore e La Creatura finalisti al Diana Jones Award!

NewsDiana_Jones_2017

Ieri sono stati annunciati i sei finalisti dell’edizione 2017 del prestigioso Diana Jones Award for Excellence in Gaming, il premio che dal 2001 viene assegnato durante la Gencon al gioco (o alla persona, o all’associazione – qualunque cosa può essere premiato, a discrezione dei giudici) che ha più rappresentato l’eccellenza nel gioco nell’anno precedente.

Questo premio si distingue dagli altri per due importanti motivi: primo, non è assegnato dal pubblico o dai critici, ma dagli “addetti ai lavori”: La giuria è composta da game designer, editori, o comunque da persone che si sono distinte nella loro carriera nel mondo del gioco, e sono state invitate ad unirsi a questa giuria (sì, anche il far parte della giuria del Diana Jones Award è già un premio), e, secondo punto di distinzione, non è settoriale, non guarda solo ai giochi di ruolo o ai giochi di carte, ma è un premio per l’eccellenza in tutto il mondo del gioco, comprendendo anche giochi di carte, giochi da tavolo, larp, ecc.

Ed è con grande soddisfazione che abbiamo accolto la notizia che non uno, ma ben due giochi pubblicati da Narrattiva sono in questa ristrettissima rosa di sei finalisti! Precedentemente sono stati nominati nella short list Montsefur 1244 e Kagematsu, mentre La mia Vita col Padrone ha effettivamente vinto il premio.

I due giochi sono:

La Creatura (in originale “The Beast“) di Aleksandra Sontowska and Kamil Węgrzynowicz, con la motivazione “The Beast is an unsettling, erotic journaling game for one player. Each day for twenty-one days you turn up a card with a prompt on it and write a response in your journal. The game takes you deep into imagining a disturbing, secret sexual relationship you have with a beast. If there’s one thing you don’t see much of in hobby games it’s meaningful interior narratives, but The Beast‘s weird, unique brew of dark transgressions, playing as a fictional version of yourself, and journaling the results somehow surfaces real untold truths in us about how the world works, and how relationships work, and what’s important in life. The Beast is memorable, transgressive, and procedurally and thematically unlike anything else you may have played“.

Giochi D’Amore (in originale “The Romance Trilogy“) di Emily Care Boss, con la motivazione:  “Though a staple element of the stories we base our narratives on, romantic interaction was neglected in roleplaying practice—until Emily Care Boss trained her sights on this longstanding gap. Starting in 2005, her indie-format games Breaking the Ice, Shooting the Moon and Under the Skin earned acclaim, built a dedicated play community and blazed a trail for other designers. 2016’s publication of the gorgeous, much expanded valedictory collection, The Romance Trilogy, acts as both a mission statement and a platform to further explore the implications of the original three games. Its publication gives the committee the opportunity to recognize Emily’s enormous contribution to tabletop roleplaying“.

Sticky
0
Share